deutsch
english
francais
italiano
espanol
Photo
Comunicato Stampa

Comunicato Stampa del 22 Giugno 2005

Shell, Bayer, Cheminova: una agenzia statunitense da il via libera a sperimentazioni di tossine su soggetti umani

Secondo uno studio pubblicato il 16 giugno da alcuni rappresentanti del Congresso degli Stati Uniti, la Statunitense Environmental Protection Agency (Agenzia per la Protezione dell'Ambiente) sta utilizzando dati provenienti da due dozzine di test in cui dei soggetti umani sono stati deliberatamente esposti all'azione di tossine chimiche. Secondo questo rapporto i controversi esperimenti, in cui i partecipanti sono stati intenzionalmente esposti agli effetti di pesticidi tossici, sembrano avere violato di regola gli standard etici per non aver ottenuto il consenso informato dei partecipanti, per aver negato la possibilità di effetti negativi e per aver arrecato danni a soggetti umani. Almeno tre degli esperimenti citati sono stati condotti dalla Bayer Corporation e altri da Shell, Cheminova e Zeneca.

In uno di questi esperimenti, ora sotto studio da parte della EPA, soggetti umani sono stati esposti al MITC un pericoloso pesticida, parente stretto della sostanza chimica che ha ucciso migliaia di persone a Bhopal, in India, nel 1984. In un altro i soggetti umani, nella maggior parte studenti universitari e soggetti appartenenti a minoranze pagati $15 all'ora, sono stati messi in una stanza contenente cloropicrina, un ingrediente attivo usato nei gas lacrimogeni, per periodi lunghi anche un'ora e per quattro giorni consecutivi. In alcuni esperimenti ai soggetti è stato chiesto di ingerire a colazione capsule contenenti pesticidi.

Secondo il rapporto gli effetti negativi di questi studi sulla salute sono stati minimizzati. In uno degli esperimenti, condotto dalla Bayer, mal di testa, dolori di pancia, nausea, tosse e eruzioni cutanee accusati dai partecipanti dopo aver assunto azinfos-metile per quasi un mese, sono stati attribuiti a malattie virali o alla loro dieta. I soggetti sono stati spesso non adeguatamente informati sui rischi sanitari connessi con gli esperimenti.

Philipp Mimkes della Coalizione contro i pericoli derivanti dalla Bayer (CBG) ha affermato: " La Bayer si comporta in modo totalmente immorale. Ci sono prove decisive che la compagnia non ha ottenuto il pieno consenso informato dai soggetti, in quanto essi non erano a conoscenza né avevano compreso rischi e obiettivi degli esperimenti. Gli studi, la maggior parte dei quali sono stati sottoposti all'EPA dai produttori di pesticidi, sembrano violare di routine gli standard etici. I pesticidi somministrati ai soggetti umani durante questi esperimenti includono veleni "ad alto rischio", sospetti cancerogeni e sospette neurotossine.

Due anni fa l'amministrazione Bush, su pressione delle industrie produtrici di pesticidi, aveva sospeso una moratoria sugli esperimenti umani dei pesticidi. Il principale motivo per cui la Bayer ha fatto pressione per la fine del bando è che a lungo termine ciò diminuirà la soglia di sicurezza sull'uso dei pesticidi.

A differenza dei prodotti farmaceutici, i pesticidi sono studiati proprio per avere effetti tossici e inoltre gli esperimenti che espongono esseri umani a dosi di pesticidi non contengono alcuna promessa di essere di qualche beneficio terapeutico all'uomo. In conseguenza della nuova politica permissiva, l'EPA ha affermato che "l'Agenzia sta studiando o è in attesa di studiare" 24 diversi esperimenti di pesticidi su esseri umani come parte di un processo di "caratterizzazione del rischio". I produttori di pesticidi vedono le considerazioni dell'EPA come punto focale della loro strategia per ottenere degli standard regolatori più leggeri.

Il testo integrale del rapporto si può vedere su: http://www.democrats.reform.house.gov/Documents/20050616110407-47162.pdf

Ulteriori informazioni sui test della Bayer si possono vedere su (in inglese): http://www.cbgnetwork.org/401.html