deutsch
english
francais
italiano
espanol
Photo
ATX-101

10 Novembre 2011
Coalizione contro i pericoli derivanti dalla Bayer (CBG Germania)

L'iniezione anti grasso della BAYER

Alla ricerca di nuovi mercati farmaceutici, la BAYER ha scoperto ora la "medicina estetica" e sta sviluppando una sostanza che, iniettata, dissolve le cellule di grasso. In questo modo, la Compagnia intende contrastare una delle piaghe dell'umanità, il doppio mento, e per questa missione è disposta a rischiare gli effetti collaterali

Una semplice iniezione nel collo per eliminare il doppio mento? Sembra troppo bello per essere vero e potrebbe proprio essere così, nel caso dell'ATX-101, la nuovissima sostanza iniettabile della Bayer che inizia la sua terza fase di test in Europa. Le linee di ricerca devono essere ben scarse se una multinazionale come la BAYER si concentra su progetti di così dubbia utilità.

La Bayer sostiene che l'ATX-101 è un prodotto promettente e che la Compagnia intende utilizzarlo per guadagnare terreno nel crescente mercato della medicina estetica. Ricordiamo che questo tipo di medicina, a parte l'utile aspetto ricostruttivo dopo incidenti o operazioni, si occupa principalmente di liposuzione, modificazione delle labbra, del seno e del pene. E' un campo con problemi, incidenti e anche morti. Un incidente tristemente famoso in Germania è stato il "Caso Cora". La pornostar Carolin Wosnitza, di 23 anni, è morta a seguito di complicazioni sopraggiunte durante la sua sesta operazione al seno.

I medicinali predecessori dell'ATX-101 sono la fosfatidilcolina (PC) e il deossicolato (DC). La fosfatidilcolina è conosciuta come sostanza contro i livelli eccessivamente alti di grassi nel sangue: una sostanza però, di dubbia efficacia. Una iniezione dovrebbe evitare gli emboli di grasso, ma la sostanza è anche usata per rimuovere i grassi. Nella primavera del 2010 la American Food and Drug Administration (FDA) ha messo in guardia il pubblico contro la cosiddetta "lunch time lipo", la liposuzione rapida eseguita nella pausa pranzo, dal momento che la fosfatidilcolina non ha mai ottenuto l'autorizzazione per tale uso. Ciononostante la sostanza è stata usata senza scrupoli fino al 2009, quando alcuni dottori francesi, per primi osservarono effetti indesiderati: i tessuti grassi si infettavano. Dopodiché l'utilizzo della sostanza per tale uso specifico venne vietato per legge. Ma, in Germania, la sostanza viene ancora utilizzata in tale modo, senza permesso.

Nell'ATX-101 la fosfatidilcolina è stata sostituita dal deossicolato, che sembra in grado di distruggere le cellule di grasso in piccoli depositi come il doppio mento. Dal momento che il corpo umano (a parte rare eccezioni) non produce nuove cellule di grasso dopo la pubertà, nelle zone trattate in tal modo non si possono formare nuovi depositi di grasso. Ma dove va a finire il grasso disciolto? E' possibile che le cellule di grasso si agglomerino nuovamente indurendosi? Come si può essere sicuri che tale sostanza non venga usata anche in zone con importanti depositi di grasso, come l'addome? Il grasso "vagante" può causare blocchi arteriosi e ictus. Ci possono anche essere danni a lungo termine nella zona di pelle trattata.