deutsch
english
francais
italiano
espanol
Photo
Trasylol

15/2/2008 – La Stampa

Accuse contro la Bayer: "22 mila morti evitabili"

Un ricercatore medico sostiene che la casa farmaceutica sapesse della pericolosità del Trasylol due mesi prima che il farmaco fosse ritirato dal mercato statunitense La vita di 22 mila americani avrebbe potuto essere salvata se il governo avesse ordinato prima il ritiro dal mercato del farmaco Trasylol prodotto dalla Bayer e usato durante le operazioni a cuore aperto. A sostenerlo è il dottor Dennis Mangano, ricercatore medico intervistato dal programma "60 minuti" del network televisivo Cbs.

Stando alle dichiarazioni di Mangano, l'azienda farmaceutica tedesca sapeva - grazie a uno studio interno - della pericolosità del farmaco già dal settembre 2006, ma aveva evitato di comunicarlo alla Food and Drug Administration (Fda), l'agenzia federale che si occupa di cibo e farmaci. Il medicinale è stato ritirato dal mercato statunitense solo a novembre. Il dottor William Hiatt, della Fda, ha dichiarato a "60 minuti" che avrebbe ordinato prima il ritiro del Trasylol se avesse saputo dello studio della Bayer.

Il Trasylol è stato usato negli ultimi anni in più di un terzo delle operazioni di bypass cardiaci avvenute negli Stati Uniti. E' stato dimostrato che il farmaco può causare lo sviluppo di problemi ai reni, a volte gravi da condurre alla dialisi. La portavoce della Bayer, Meredith Fischer, ha dichiarato che non ci saranno dichiarazioni ufficiali prima della messa in onda della trasmissione. L'azienda farmaceutica tedesca è oggetto di numerose cause legali da parte di pazienti che hanno assunto il medicinale e da parte delle loro famiglie.

=> Aumentata mortalità con Trasylol: l'FDA ha richiesto la sospensione delle vendite
=> Trasylol (Bayer) raddoppia il rischio di problemi ai reni e di ictus
=> Trasylol (Bayer) può aumentare l'incidenza di morte