deutsch
english
francais
italiano
espanol
Photo
Levitra

Coalizione contro i pericoli derivanti dalla Bayer
Comunicato Stampa del 28 Novembre 2005

Australia: Vietata la campagna della Bayer per il Levitra

In Australia è stato ordinato alla Bayer di sospendere la sua controversa campagna di marketing per il Levitra, un farmaco simile al Viagra. La Compagnia arrangiava visite di pazienti con disfunzioni erettili con dottori elencati sul sito web della Bayer per la salute maschile e oggetto di una campagna pubblicitaria per il Levitra. La Bayer mandava ai dottori pacchetti di materiale informativo che avrebbero dovuto essere dati al paziente durante la visita.

A seguito dell'esposto di un medico di Sidney, Medicine Australia, l'organo di autoregolazione della stessa industria farmaceutica, ha dichiarato che la compagnia non aveva informato i medici che l'iscrizione al suo sito web poteva implicare il loro utilizzo per il marketing di prodotti Bayer. Ha dichiarato inoltre che la Bayer incoraggiava i pazienti a chiedere ai medici di prescrivere medicine invece di richiedere una valutazione medica appropriata, infrangendo in questo modo il codice di condotta.

La compagnia dovrà ora togliere dal sito web il materiale contrario al codice di condotta di Medicine Australia. Dovrà anche mandare una lettera a ciacuno dei 1000 medici registrati sul sito informandoli delle infrazioni al codice.

Philipp Mimkes della Coalizione contro i pericoli derivanti dalla Bayer: "La Bayer influenza sistematicamente i medici perché prescrivano le sue medicine. Migliaia dei suoi rappresentanti fanno il giro di ospedali e ambulatori. Ci sono dei sistemi ad incentivi di cui beneficiano i medici quando prescrivono certe medicine. Altri medici vengono attirati con viaggi gratuiti o doni. Per questo anche farmaci controversi della Bayer, come l'Adalat o il Glucobay, vengono largamente prescritti." La Coalizione chiede il bando della pubblicità dei farmaci e studi indipendenti sulla loro efficacia.

9 Luglio 2005, Beppe Grillo´s Blog

Disfunzione dell'etica

Rispondo alla lettera pubblicitaria pubblicata dalla Bayer sul Venerdi di Repubblica dell'8 luglio.

Caro Dottor Pamparana,
sono un medico che non vuole dare al suo paziente nessun consiglio sulla disfunzione erettile, elencata dal British Medical Journal come una non malattia, che lei sponsorizza insieme alla Bayer (ex IG Farben, che produsse i gas utilizzati nei campi di concentramento).
La Bayer è la stessa del Lipobay, l'anticolesterolo ritirato perchè pericoloso.
Nella lettera si minacciano gravi conseguenze se la disfunzione erettile venisse trascurata: ipertensione, diabete, patologie cardiovascolari.
Lei mi chiede un primo passo e io lo faccio volentieri, denunciando su questo blog l'assoluta infondatezza di questa lettera e di sperare che si prendano seri provvedimenti su di lei da parte dell'Ordine dei Medici.
Fatelo questo c.... di ordine!
L'ultimo pensiero è ai mezzi di comunicazione: smettetela di pubblicizzare qualsiasi stupidaggine vi venga proposta.

Dottor Beppe Grillo.

Ovviamente non sono un dottore ma spero che questa mia lettera venga sottoscritta da dottori veri, che credono ancora che questa professione debba essere fatta dignitosamente.